Divinazione, tarocchi e oracoli

tarocchi-cartomante-cartomanzia-esoterismo
pixabay.com

In divinazione, alcune volte può capitare che chi si fa leggere i tarocchi e altri oracoli rimanga deluso del responso, non trovandolo applicabile alla propria vita.

In altre parole, non ci si riconosce nell’oracolo.

Se il cartomante ha svolto correttamente la sua interpretazione, allora è possibile che l’energia mentale del richiedente non sia stata indirizzata bene sulle carte.

Anche se non amiamo ammetterlo, nel nostro profondo desideriamo sempre un determinato responso ad ogni domanda che ci assilla.

Talvolta tale responso desiderato è dettato dalle esperienze che abbiamo sinora vissuto, talvolta dalla paura del nuovo, e in certi casi anche dalla tristezza del momento.

Questo è del tutto umano, ma deve essere combattuto nei limiti del possibile attraverso la concentrazione.

Può sembrare semplice ma non lo è, perchè la nostra mente in ogni istante della vita è attraversata continuamente da un fiume in piena di pensieri consci e inconsci.

Con uno sforzo sincero da parte di chi rivolge una domanda all’oracolo, in genere si riesce a superare anche questo ostacolo.

Perciò, di fronte alle carte che stanno venendo studiate per noi, dobbiamo mantenere un atteggiamento passivo, liberare la mente da qualsiasi preconcetto, e concentrarci esclusivamente sulla curiosità di conoscere la risposta alla nostra domanda: qualunque tipo di risposta essa sia, positiva o negativa.

Per conoscere perchè anche un sensitivo molto bravo ha bisogno di affidarsi ai tarocchi, confronta il mio articolo su questo blog: Cartomanzia e tarocchi

Annunci