Apparizioni e manifestazioni di angeli

angelo-spirito-fantasma-apparizione
pixabay.com

Che tipo di apparizioni e manifestazioni usano gli angeli? Gli angeli di norma non intervengono negli affari umani, ma talvolta si manifestano per una qualche ragione. Nella mia esperienza di medium, ho avuto conferma che anche l’apparizione di un angelo, o spirito superiore o persino fantasma del bene se preferite, avviene con fenomenologie prevedibili che personalmente mi fanno pensare ad un vero e proprio copione, comunque molto diverse da quelle dei secoli scorsi. Niente visioni di creature con le ali scese dal cielo, dunque.

La seguente è una di queste fenomenologie.

La manifestazione inizia, in un giorno qualsiasi, con l’incontro di una persona in qualche tipo di difficoltà e che sta cercando di attirare l’attenzione di chi si trovi a passare per quel determinato luogo. Non si tratta mai di un luogo intensamente trafficato. Evidentemente, lo spirito sa già che il soggetto scelto per il suo esperimento si fermerà. Prima di questo momento, lo spirito ha però cura di fare osservare al prescelto che una o più persone prima di lui non hanno risposto all’appello a fermarsi e hanno tirato diritto. A questo punto il prescelto si ferma e inizia a colloquiare. Inizia anche molto probabilmente una separazione spazio-temporale dal resto del mondo, indotta dall’agente spirituale. In tutti i casi a mia conoscenza, lo spirito assume la forma di un uomo adulto dalle apparenze comuni che parla e si comporta con molta umiltà.

Lo spirito chiede al soggetto umano di svolgere un determinato compito per toglierlo dalle difficoltà: in altre parole, il prescelto si allontana da solo e quindi ritorna poco dopo nel luogo dell’apparizione. Quanto richiesto è stato compiuto. Lo spirito cerca di offrire del denaro come ringraziamento dell’aiuto prestato, evidentemente sapendo già che il soggetto prescelto non lo accetterà. E’ a questo punto che avviene la separazione, termina l’apparizione e lo spirito si tradisce.

Il fantasma infatti saluta e ringrazia il suo soccorritore, sempre e senza eccezioni o utilizzando direttamente la parola ‘angelo‘ o espressioni similari che riferisce alla gentilezza angelica del soggetto prescelto. Ora il copione è concluso.

Nessuno è testimome dell’accaduto. Dopo gli sconosciuti che non si erano fermati all’invito dello spirito, nessun altro ha assistito al resto del copione. Il soggetto spirituale e quello umano sono stati come in un mondo a parte. Il soggetto umano lascia il luogo invariabilmente sempre prima dello spirito e senza verificare che cosa abbia invece fatto o dove sia andato quest’ultimo.

Dopo che sono trascorsi pochi giorni, l’intuizione, impossibile da far uscire dalla mente, di avere vissuto un fenomeno eccezionale appare all’improvviso nei soggetti più sensibili. Agli altri, questa intuizione arriva, di nuovo improvvisamente, a distanza di settimane o mesi. In ogni caso l’esperienza vissuta rimane sempre molto viva nei ricordi di tutti i soggetti anche a molti anni di distanza.

Mi sento di escludere un’apparizione qualora manchi anche uno solo degli elementi oggettivi che ho analizzato, ma è possibile che soggetti femminili vengano più probabilmente avvicinati da un angelo dalle fattezze femminili piuttosto che maschili.

Leggi anche il mio articolo: Angeli, spiritismo e magia

Annunci