Il libro del futuro

akasha-akashico-cronaca-registri
pixabay.com

Akasha… Come reagireste se, in qualche luogo, fosse conservata l’intera conoscenza dell’universo? Non vorreste leggerla subito, come un libro?

Il concetto di akasha, nel senso della completa conoscenza dell’universo, realmente esistente ad un livello spirituale molto alto, fu proposto da una scuola di pensiero dell’Ottocento chiamata teosofia.

L’akasha viene talvolta immaginata come una immensa biblioteca i cui tomi conservano passato, presente e futuro.

Quando consultiamo un oracolo, di fatto accediamo, pur con tutte le nostre limitazioni di esseri umani, alle riflessioni inferiori dell’akasha come attraverso uno o più specchi.

Anche per gli stessi spiriti l’accesso all’akasha non è semplice, potendo incorrere in errori di interpretazione nella lettura dei documenti presi dalla biblioteca.

Non è escluso che alcuni spiriti superiori abbiano un più completo accesso a questa biblioteca, ma il problema è che proprio questi spiriti sono probabilmente quelli che di norma non desiderano avere alcun contatto con l’umanità. Un tipo di spiriti, quindi, che purtroppo non potremo conoscere mai.

Annunci