Tarocchi, felicità, successo

tarocchi-fortuna-gioia-abbondanza
pixabay.com

Esiste nei tarocchi qualcosa di simile al riposare sugli allori, dopo il completo raggiungimento di successo, abbondanza, felicità e gioia? No! Come la natura detesta il vuoto, lo spirito (e quindi i tarocchi) non tollera l’inazione o la stasi: e perciò le carte non la consiglieranno mai!

I tarocchi rappresentano un ciclo in perenne movimento. Una volta raggiunto quello che può sembrare il top e terminato il momento dei festeggiamenti, si apre una nuova fase, spesso inaspettata, che porta inesorabilmente prima o poi alla stagnazione. In altre parole all’insoddisfazione e alla noia, che per alcuni può essere davvero insopportabile.

Ecco che si capisce la necessità di darsi sempre nuove sfide.

Il raggiungimento del successo, della gioia, della felicità e dell’abbondanza in tutti i nostri sforzi, amore, lavoro, soldi, ecc. come indicato da particolari carte dei tarocchi è sempre reale, ma è la stessa ruota della vita che ci fa in sostanza tornare sempre al punto di inizio!

Ovviamente, questo non vuol dire che perderemo quanto abbiamo conquistato con così tanta fatica. Un altro paragone illuminante in occulto è quello del matrimonio: non bisogna cadere nell’errore, dopo avere sommerso l’amata di attenzioni, di farle cessare improvvisamente una volta varcata la soglia nuziale!

Annunci