Rito ‘saraf’ contro la negatività

angelo-spirito-fantasma-apparizione
pixabay.com

Questo nome di esempio indica un rito che utilizzo per la protezione di una persona contro il malocchio e il male, esso provvede la protezione di una creatura spirituale che appare come fiammeggiante, risplendente, raggiante e incandescente come può essere un metallo fuso difficile da guardare direttamente per più di pochi istanti.

Nei casi di necessità tale protezione viene assicurata direttamente da un serafino, e infatti l’origine del nome ebraico (saraf) di questo tipo di angelo si riferisce proprio al suo aspetto visuale fiammeggiante.

Grazie alla qualità rilucente di queste creature, il rito ‘saraf’ contro il male provvede lo stesso potere riflettente dello specchio contro il malocchio senza la necessità di tenere per un tempo indeterminato uno specchio incantato in un punto dominante della casa, né quella di portarne uno come simbolo su di sé quando si esce dalla propria casa.

Alcune raffigurazioni popolari degli angeli muniti di spade dalle grandi dimensioni corrispondono totalmente alla verità e sono in effetti idonee a rappresentare questi esseri.

Se le difficoltà di una persona non sono legate al karma, cioè a ragioni molto più profonde, ma sono soltanto momentanee, grazie al rito ‘saraf’ contro il malocchio, il male ed il maleficio, il ricorso ad un angelo cabalistico non presenta difficoltà e rappresenta sempre un metodo di protezione efficace.

Annunci