Geomanzia

geomanzia-interpretazione-feng-shui-cinese
pixabay.com

La geomanzia è una forma di divinazione dell’esoterismo occidentale, di provenienza araba ma molto probabilmente originaria dell’Africa centrale, e risalente al IX secolo o prima. Ebbe una grandissima diffusione in Europa nel Medioevo.

Durante il Rinascimento, quando la fama dell’occulto raggiunse il suo apice, la geomanzia risultava ancora estremamente popolare, ma destinata lentamente a cadere in disuso e oggi è purtroppo quasi totalmente dimenticata.

La geomanzia o geomantica trae le risposte desiderate grazie alle energie interne della Terra, intesa come vero e proprio essere vivente. Il rapporto dell’uomo con la Terra è del resto molto importante in svariate discipline esoteriche, tra le quali il feng shui.

Il legame con le energie del pianeta è evidente dai sistemi più tradizionali di geomanzia, quando oggetti come conchiglie, ossa, gusci di noce, o pezzi di legno venivano gettati a terra e osservati attentamente nella loro posizione, cioè nelle figure che avevano disegnato una volta caduti.

Queste figure descrivono elementi utili per capirlo, la sua natura, e il probabile risultato, favorevole o sfavorevole, di un determinato evento che abbiamo di fronte nella nostra vita.

Nella geomanzia classica, a queste figure l’esoterista arriva però soltanto dopo avere ridotto in numeri gli oggetti utilizzati per la divinazione ed averli elaborati con un’operazione aritmetica. Nella geomanzia il rapporto con i numeri e la numerologia è molto importante, e la distinzione tra quelli pari e quelli dispari è basilare.

Annunci