Cerchi nel grano

cerchi-grano-luoghi-energia
pixabay.com

I cerchi nel grano, un fenomeno di cui si iniziò a parlare dalla fine degli anni 70 e che continua tuttora nel mondo intero, rappresentano forme di manipolazione su larga scala di grandi superfici di graminacee, coltivate o spontanee che, viste dall’alto, disegnano particolari figure più o meno complicate.

La loro origine resta sconosciuta.

Come in tutti i fenomeni inspiegabili, nessuna ipotesi di formazione dei cerchi nel grano diversa da quella dell’intervento umano è stata confermata da quella poca scienza che ha preso in seria considerazione i cerchi nel grano.

Ovviamente questo non ha fermato l’attenzione di chi crede nell’occulto e studia i simboli dal significato sconosciuto dei cerchi nel grano e la loro formazione, attribuita agli Ufo e ai loro atterraggi oppure alle manifestazioni angeliche, o ancora a un fenomeno naturale comunque esacerbato da influenze superiori.

Certamente, con appositi strumenti meccanici e anche manuali, è stato dimostrato che chiunque con un piccolo grado di inventiva può premere le superfici dei campi di grano per poi attribuire la sua opera agli extraterrestri o quant’altro.

Ma in alcuni casi, quello che si trova quando i cerchi nel grano vengono rinvenuti può in effetti lasciare più quesiti che risposte.

Che dire quando gli steli delle piante presentano consistenti segni di bruciatura? I semi prodotti da queste piante hanno differenze rispetto agli altri? Alcuni dei cerchi nel grano più complessi presentano poi una somiglianza con i mandala: per quale motivo? Perché i cerchi nel grano possono apparire anche in pieno giorno, oltre che durante la notte? Un radioestesista è normalmente molto interessato a percepire le vibrazioni di luoghi sede di antichi allineamenti di pietre, ma anche dove si sono registrati i cerchi nel grano. E’ perciò possibile trovare variazioni nel magnetismo e nelle vibrazioni energetiche o prana della zona interessata dai cerchi nel grano?

Annunci