Luoghi di energia

linee-prateria-energetiche-spirituale
pixabay.com

Nell’antichità la costruzione di templi, altari, o allineamenti di pietre sacre non avveniva mai in posti casuali, ma soltanto in luoghi che rivestivano un importante significato per l’energia che possedevano. Tutti i luoghi sacri dovevano sorgere in un posto dove potevano beneficiare la terra in cui sorgevano e le persone che ci vivevano sopra. Allo stesso tempo, i luoghi di costruzione erano scelti laddove si riteneva che la madre terra potesse beneficiare il tempio o l’altare e renderlo così sacro con la propria energia.

La relazione tra luogo sacro e terra era perciò sempre e rigorosamente bilaterale.

In occulto, oggi crediamo che allineamenti, templi, e altari di ogni epoca sono stati costruiti in determinati luoghi seguendo l’energia o i flussi energetici sotterranei della Terra.

Le linee che si possono tracciare su di una mappa e che collegano i punti di interesse archeologico, religioso, e mistico di ogni regione del mondo si possono, per comodità, concepire come coincidenti con questi flussi energetici, e talvolta vengono chiamate linee di prateria.

Le vibrazioni che queste linee posseggono sono molto elevate perché si riferivano a entità spirituali superiori, dei o angeli o comunque creature sconosciute, e pertanto la loro energia o prana rimane oggi molto forte in questi luoghi anche a distanza di parecchie migliaia di anni.

Annunci