Tarocchi

tarocchi-cartomante-cartomanzia-esoterismo
pixabay.com

Utilizzo regolarmente vari tipi di tarocchi che si sono evoluti dalla cartomanzia tradizionale dei secoli scorsi, e in particolare dai tarocchi di Marsiglia, ed altri, come i tarocchi francesi insieme ai tarocchi italiani e all’oracolo dei misteri della vera sibilla.

I tarocchi egiziani hanno un fascino mistico che è difficile eguagliare, ma anche le carte napoletane hanno un’importante tradizione alle spalle che ne consiglia l’uso per la divinazione.

Determinati mazzi di tarocchi con simbologie particolari, come i tarocchi degli angeli, sono molto utili per divinazioni dal significato profondo.

Alcuni tarocchi sono meno conosciuti di altri anche se in sostanza appartengono sempre alla tradizione esoterica ebraico-cristiana, ponendosi però ai margini di essa come i tarocchi che attingono allo gnosticismo, mentre altri rivisitano temi pagani molto antichi.

Non sono meno importanti degli altri, li trovo anzi ottimi per aumentare ulteriormente le sfumature di significato e sono bene adattabili a situazioni poco comuni o domande particolari.

Le divinazioni vanno da previsioni per tutta la vita, con l’uso degli arcani o lame maggiori, fino all’utilizzazione di tutti gli arcani maggiori e minori dell’intero mazzo dei tarocchi da 78 carte per le questioni che hanno a che fare con la vita di ogni giorno.