Gli spiriti sono reali

ritualista-riti-operatore-esoterico
pixabay.com

Hai certamente provato una sensazione di benessere ogni volta che ti sei trovato in un luogo bello e tranquillo della natura, come sulla cima di una collina incontaminata, o vicino a una cascata, o in una spiaggia isolata, e così via.

E forse, hai provato insicurezza e paura quando ti sei trovato in luoghi meno ospitali.

Forse lo stesso prato o bosco che durante il giorno ti sembrava fresco e accogliente, ora che si avvicina il tramonto sta diventando tenebroso, c’è un qualcosa che non riesci a spiegarti, e l’unica cosa che provi è il desiderio di andare via da lì.

Nel giro di poche ore, quello stesso posto è cambiato radicalmente, adesso non lo senti più darti il benvenuto.

Oppure può trattarsi di un luogo dove secoli fa si è combattuta una battaglia, non lo avresti mai saputo se non fosse stato per il cartello che hai letto. Comunque sia, ci hai pensato un momento e hai deciso di non trattenerti a lungo.

Ma questo genere di sensazioni le provi anche al di fuori della natura, come all’interno di certi edifici.

Perché, ogni volta che sei entrato in una chiesa, hai provato qualcosa di diverso da quello che provi quando entri in un qualsiasi altro luogo, come un bar o la casa di un amico?

Il disagio che hai a rimanere in certi luoghi che conosci, o in cui ti sei imbattuto anche casualmente, lo provi soprattutto al sopraggiungere dell’oscurità: l’unica cosa che vuoi è andartene in fretta.

Come spieghi queste sensazioni a fior di pelle? Gli spiriti, esseri di pura intelligenza, sono alla base di tutte queste sensazioni, spesso indescrivibili.

E come detto, gli spiriti non si trovano soltanto nella natura, perché essi frequentano anche i luoghi artificiali costruiti dall’uomo, anzi in molti casi ne sono attratti fortemente.

Generalmente gli spiriti sono infatti molto interessati a interagire con gli esseri umani, talvolta si limitano a osservarci, ma molto spesso sono proprio loro a fare il primo passo per segnalare la loro presenza.

Saranno le nostre reazioni, consapevoli o inconsapevoli, a determinare il comportamento successivo di queste entità nei nostri confronti.

Quello che è molto interessante, è che un medium può chiedere ad uno o più spiriti non soltanto di assistere durante il suo svolgimento, ma di partecipare e di compiere essi stessi la ritualistica propiziatoria che il medium pratica.